Ramin Bahrami

RAMIN BAHRAMI CON L'EUROPEAN UNION CHAMBER ORCHESTRA E I PINK MARTINI SOTTO LE STELLE DI RAVELLO

« Back to the list
ITA

 

 


Uno dei maggiori interpreti di Bach e una band di culto nel panorama della pop music internazionale approdano a Ravello per dare vita ad un altro week-end da incorniciare. Si comincia venerdì 13 luglio (ore 19,45) al Belvedere di Villa Rufolo con il pianista iraniano Ramin Bahrami. Considerato uno dei più interessanti interpreti bachiani viventi, è stato definito dalla critica “un mago del suono, un poeta della tastiera, un artista straordinario che ha il coraggio di affrontare Bach su una via personale”. Ospite di tutte le maggiori rassegne pianistiche e dei più prestigiosi teatri del mondo, Bahrami - personaggio estroverso e grande divulgatore - ha il merito di aver avvicinato molti giovani ascoltatori al misterioso universo barocco: le sue Suite inglesi, ad esempio, hanno scalato le classifiche di vendita con numeri degni della musica pop.

A Ravello, Bahrami (che sarà anche protagonista di un incontro con il pubblico, sabato 14, alle 12, in Villa Rufolo) suonerà al fianco della European Union Chamber Orchestra, nata nel 1981 con l'obiettivo di valorizzare i migliori giovani talenti europei. Sul palco, in veste di Konzertmeister, anche la violinista olandese Eva Stegeman, fondatrice e direttrice artistica dell’International Chamber Music Festival de L’Aia. Il programma proposto a Ravello prende in considerazione una selezione significativa dei lavori per clavicembalo solo e orchestra di Bach (in versione pianistica) ed è completato da due pagine scritte nell’Ottocento ed ispirate, sul filo della Memoria, a modelli del passato. L’evento è realizzato in collaborazione con Banca Mediolanum.

Si intitola “Una notte a Ravello”, invece, il concerto dei Pink Martini in programma sabato 14 luglio (ore 21.45) sempre sul palco a picco sul mare del Belvedere di Villa Rufolo. La band americana, fondata a Portland dal pianista Thomas M. Lauderdale nel 1994 e nota in Italia anche per brani come Una notte a Napoli e Ninna Nanna, riprenderà i grandi successi tratti dall’album "Splendor in the Grass" (2009) e dai precedenti "Hey Eugene!" (2007), "Little Tomato" (2004), "Sympathique" (1997). Fenomeno musicale unico nel panorama della popular music internazionale, i Pink Martini hanno all’attivo sette album in studio, due dei quali usciti lo scorso anno con la collaborazione di ospiti prestigiosi. In "Retrospective", quasi una compilation che raccoglie ventuno dei più famosi brani dell’orchestrina di Portland (da Sympathique a Amado mio) compaiono i nomi del chitarrista Hiroshi Wada, del cantante e pianista Michael Feinstein, oltre a quelli del regista Gus Van Sant e dell’icona della musica giapponese Saori Yuki, con la quale i Pink Martini hanno inciso, sempre nel 2011, l’album tributo "1969", con una versione in giapponese di Mas Que Nada divenuta un hit radiofonico mondiale. La tappa di Ravello, prima del breve ed esclusivo tour italiano, nasce grazie anche al contributo di Autostrade per l’Italia.

Il lungo week-end del Ravello Festival prevede anche due eventi di parola e un concerto all’Auditorium Niemeyer: giovedì 12 (ore 18, Giardini dell’Hotel Rufolo) saranno Orazio Miglino e Simona Panseri ad aprire la serie di incontri organizzati in collaborazione con IDIS, Città della Scienza, mentre sabato 14 (ore 18) ospite dei Giardini Caffè Calce sarà il giornalista melomane Alberto Mattioli; a chiudere la settimana (domenica ore 18.00), la Nuova Orchestra Scarlatti che eseguirà musiche di Cimarosa e Mozart.


Programma ed info:

www.ravellofestival.com - www.fondazioneravello.com



Per prenotare o acquistare i biglietti

089 858422 – boxoffice@ravellofestival.com - acquista online

Date: 10/07/2012



Category: News - Written on 10/07/2012 15:21



Copyright © 2011 - RaminBahrami.com - Accesso Riservato - Privacy
Browser supportati: Firefox, Safari, Chrome, Opera, Internet Explorer 8 e successivi